Categorie
suiconfini

paesaggio di fatica

Anna Zambon

Il mio progetto è sulla natura e ambiente nelle colline del prosecco, luoghi vicino a me e come diceva il nostro poeta Andrea Zanzotto di Pieve di Soligo “Qui non resta che cingersi intorno il paesaggio / Qui volgere le spalle”.

I confini possono essere determinati dalla natura o dall’uomo. Quelli realizzati dall’uomo è una linea che delimita un territorio o un terreno, una zona di separazione tra due spazi, pietre, muri, staccionate, campi ecc..

Sono tracciati per creare differenze per distinguere un luogo dal resto dello spazio è una discontinuità una divisione non solo separa ma anche unisce protegge almeno così si crede.

Vorrei descrivere il confine difeso contro la forza della natura il confine del vissuto, di fede, di storia, di una terra di sudori e serenità.

Categorie
suiconfini

sui confini

Emanuele Portelli

Il confine è un’entità utilizzata per separare e mettere ordine alle cose.

Molto spesso, però, il confine è qualcosa di impalpabile. La nostra mente ha una abilità straordinaria per superare tale limite ed è quella che ci permette di godere la nostra vita in modo sereno.

Nel momento in cui riusciamo a trovare la porta di accesso il gioco è fatto!

Categorie
suiconfini

Confine A – B (Artigiano – Bottega)

Manuela Gennburg

Adoro i “confini” del lavoro artigianale, quelli fisici spesso sono ridottissimi ma nonostante ciò ricchi di dettagli, di cose, di odori, di emozioni, di fantasia e storie.

Anime preziose gli artigiani che sovente “confinano” con l’essere artisti. Quando un artigiano si spinge oltre la semplice creazione di un oggetto e soppianta la dimensione fisica con creatività e visione, il suo mestiere diventa una vera e propria opera d’arte.

Ringrazio :
Bruno Barbon Maestro intagliatore Venezia
Giò Ferrante Pittrice Acquerellista Treviso
Francesca Gallo produzione artigianale fisarmoniche marchio Galliano & Ploner Treviso
Roberto Comin Artigiano creatore di marionette Venezia
Maestro Andreas Makaris Artista ceramista Santorini
Marco Varisco Junior Maestro Incisore del vetro e del cristallo Treviso
Riccardo Varsallona Maioliche Caltagirone (CT)
Fabio Dalla Costa Maestro Liutaio Breganze (VI)
Valentina Fedalto Restauratrice Venezia
Francesca Olcese Sartoria Treviso
Fratelli Napoli Maestri Marionettisti e Teatro dei Pupi Catania
Gabriele Curtolo Maestro scultore del ferro battuto Treviso
Biscontin Paride Maestro orologiaio Pordenone
Giulia Trentin Floricultrice ecosostenibile a Treviso

Categorie
suiconfini

i miei confini

Gianna Piovesan

“I confini sono ciò che delimita e definisce il nostro spazio e che nello stesso tempo lo separa dagli altri luoghi” (George Perec). 

Possiamo decidere se, oltre i nostri confini, lasciare il vuoto o fare spazio alle cose del mondo. Succede ogni volta che ci fermiamo, ci guardiamo attorno, ammiriamo gli altri luoghi e li fotografiamo.

Ma cosa succede quando gli altri luoghi si fermano e ci guardano?

Categorie
suiconfini

ricerco confini

Maddalena Fanti

Quando vogliamo uscire dai percorsi tracciati del quotidiano, andiamo alla ricerca di luoghi nuovi e sconfinati.

E quando li troviamo, con essi ritroviamo anche la nostra intimità più profonda; allora la nostra mente ricerca nuovi confini, nuove linee per rigenerarsi e ritrovarsi nei colori originali, spoglia da ogni condizionamento.

É la nostra mente il luogo centrale del mondo, con le forme, i colori e le fragranze che riusciamo ad esprimere in libertà, senza il timore del giudizio altrui.

Categorie
suiconfini

confini

Paolo Pozzobon

Fermo ad una pompa di benzina, deciderò di rifornirmi per varcare il confine fra la notte e il giorno oppure rimarrò confinato nella notte?

Sospeso tra due mondi: la luce e il giorno, il qui e il dopo, l’essere e l’andare. Una riflessione individuale, senza interferenze.

La stazione di servizio diventa una sorta di terra di mezzo, che separa due dimensioni: c’è la possibilità di rimanere in silenzio e aspettare, fare una pausa, riposarsi, oppure fare il pieno di carburante e di energia per poter ripartire da qui. 

Riprendere il proprio viaggio di vita dal buio spaventoso e allo stesso tempo catartico dalla notte, verso un nuovo inizio.

Categorie
suiconfini

confini nel tempo

Stefano Tozzato

I Confini che ho ricercato non  sono quelli che rappresentano il limite geografico di una regione, ma sono  linee di separazione temporale che mettono in evidenza come il nostro territorio, i nostri paesi si  sono trasformati nel tempo riportando alla mente vecchi ricordi e tradizioni ormai lontane.

Il tempo e l’uomo incessantemente modificano i confini a volte restaurando il vecchio, a volte costruendo il nuovo in modo differente, contribuendo comunque a mantenere vivo il paesaggio. Le immagini mostrano la via principale con la chiesa di Preganziol e le frazioni di Sambughè e San Trovaso.  

Categorie
suiconfini

AERIAL

Graziano Rossetto

Il mondo visto dall’alto permette di evidenziare linee, geometrie, spazi e confini non visibili al comune osservatore. L’uomo interagisce con la natura in vari modi, ridisegnandone lo spazio, creando armonie o conflitti tra il mondo naturale e l’antropizzazione da esso prodotta. Una visione, questa, che vuole mettere in evidenza la simbiosi, il confine ed il legame indissolubile tra uomo e natura.

Categorie
suiconfini

questi bravi ragazzi

Francesco Nola

Questi bravi ragazzi è un lavoro svolto osservando un fenomeno non assolutamente recente e molto discusso nel nostro contesto sociale.

Il progetto nasce sfruttando gli spazi della stazione delle corriere di Treviso (a ridosso della stazione ferroviaria), città in cui vivo. L’idea è quella di portare in risalto un luogo che spesso, viene vissuto come spunto di trasgressione.

Il mio sguardo penetra nella frequenza dei soggetti, catturando i momenti ludici, di aggregazione e la loro intimità.

Cerco di trovarmi così a contatto con la loro spontaneità.  Ho cercato di catturare l’autenticità in alcuni primi piani attraverso un contatto diretto. Sicuramente sono agevolato da una grande curiosità di capire cosa fanno, il loro linguaggio, atteggiamenti, storie che appartengono ad ognuno restituendo un’immagine fluida di un importante mutamento sociale. 

Attraverso questa ricerca di comunicazione mi convinco che questa gioventù esprima la necessità della propria affermazione. 

Sono solo bravi ragazzi.